TOXOPLASMOSI, una zoonosi da conoscere

In gravidanza, allontanare il gatto domestico è "una misura non necessaria". Dall'IZSVE un
opuscolo divulgativo sulla toxoplasmosi.

La toxoplasmosi è una malattia causata da un protozoo parassita: Toxoplasma gondii. È
una zoonosi, ovvero una patologia che può colpire sia gli animali che l’uomo. Sebbene se
ne parli sempre in relazione alla gravidanza, in realtà la diffusione di questa parassitosi nel
mondo è varia e differisce in funzione di fattori come il clima, le condizioni igieniche e le
abitudini alimentari.

Ne parla diffusamente una nuova pubblicazione dell'IZSVE, nella collana “Appunti di
scienza”, per la divulgazione di temi di sanità animale e sicurezza alimentare.Il nuovo
numero vuole informare i lettori circa i rischi derivanti dalla toxoplasmosi, una malattia
causata dal protozoo parassita Toxoplasma gondii, che può avere conseguenze gravi su
soggetti immunocompromessi e donne in gravidanza.

Nell’opuscolo viene presentata la malattia, le modalità con cui può trasmettersi all’uomo e
i comportamenti da adottare per ridurre il rischio di contrarla.
In gravidanza è necessario allontanare il gatto di casa? Il gatto è l’animale domestico che
rappresenta il serbatoio naturale per Toxoplasma gondii, ma di per sé ha un ruolo
marginale nella trasmissione diretta della parassitosi. Il felino si infetta predando animali
come topi o uccelli, ingerendo carne cruda di animali infetti o con oocisti eliminate con le
feci da altri gatti. In seguito all’infezione il gatto elimina le oocisti con le feci per circa
due settimane e una sola volta nella vita. Inoltre le oocisti non sono da subito pericolose,
ma necessitano di un periodo che va da uno a cinque giorni perché diventino infettanti e
questo dipende dalla temperatura e dall’umidità dell’ambiente. La pulizia giornaliera della
cassetta previene qualsiasi rischio ed allontanare il gatto domestico risulta quindi una
misura non necessaria.

In ogni caso, è consigliata l’adozione delle seguenti precauzioni in gravidanza:
• Alimentare l’animale con cibi cotti o mangimi
• Evitare il contatto con le feci di gatto
• Evitare di far svolgere le operazioni di pulizia della cassettina alla donna in gravidanza
• Pulire la lettiera usando i guanti e asportare la sabbia della cassetta giornalmente per
evitare la maturazione delle oocisti eventualmente presenti nelle feci. È possibile
igienizzare il contenitore con acqua bolleper almeno 5 minuti
• Evitare il contatto con gatti randagi, soprattutto cuccioli perché hanno una più alta
probabilità di essere infetti
• Non accogliere un nuovo gatto in casa proprio durante una gravidanza
• Evitare carne cruda e verdure come insalate, soprattutto se non lavate da noi (al
ristorante, per esempio)
• Evitare formaggi freschi non stagionati

Per ulteriori informazioni vi inviatiamo a scaricare il docuemnto completo:

http://www.izsvenezie.it/documenti/comunicazione/materiale-editoriale/1-
comunicazione-scientifica/appunti-scienza/toxoplasmosi.pdf


L’IZSVe offre un servizio diagnostico per la toxoplasmosi, rivolto sia agli animali da
reddito, sia agli animali da compagnia.
------------
Opuscolo Toxoplasmosi: un rischio per la gravidanza?
A cura di
Gioia Capelli, SCS3 Diagnostica specialistica, istopatologia e parassitologia, IZSVe
Alda Natale, SCT3 Diagnostica in sanità animale (Padova e Rovigo), IZSVe
Mosè Giaretta, SCS7 Comunicazione e conoscenza per la salute, IZSVe



TOXOPLASMOSIS and human health

In pregnancy, moving home cat is "an unnecessary measure".

Toxoplasmosis is a disease caused by a parasite kind of protozoa: Toxoplasma gondii. It is a
zoonotic, a disease that can affect both animals and humans. Although it is always related to
pregnancy, in fact the spread of this parasite in the world varies and differs depending on factors
such as climate, hygiene conditions and eating habits.

He is widely spoken of a new publication of the IZSVE, in the "Science Notebook" series, for the
dissemination of animal health and food safety issues. The new issue wants to inform readers
about the risks arising from toxoplasmosis, a disease caused by the parasite protozoa Toxoplasma
gondii, which can have serious consequences on immunocompromised subjects and pregnant
women.

The brochure presents the disease, how it can be transmitted to humans and the behaviors to be
taken to reduce the risk of contraception.
Is pregnancy necessary to remove the cat from home? The cat is the pet representing the natural
reservoir for Toxoplasma gondii, but in itself has a marginal role in the direct transmission of
parasitism. The feline is infected by feeding animals like mice or birds, ingesting raw meat of
infected animals or oocysts eliminated with stools from other cats. Following the infection, the
cat eliminates oocysts with stools for about two weeks and only once in life. Moreover oocysts
are not immediately dangerous, but need a period of one to five days to become infectious and
this depends on the temperature and humidity of the environment. The daily cleaning of the
cassette prevents any risk and removing the cat is therefore an unnecessary measure.

In any case, it is recommended that you take the following precautions during pregnancy:
• Feed the animal with cooked food or feed
• Avoid contact with cat feces
• Avoid carrying the cassette cleanup to a pregnant woman
• Clean the litter box using the gloves and remove the sand of the cassette daily to avoid the
ripening of oocysts present in the faeces. The container can be sanitized with bubble water for at
least 5 minutes
• Avoid contact with stray cats, especially puppies, because they have a higher chance of being
infected
• Do not welcome a new cat at home during pregnancy
• Avoid raw meat and vegetables such as salads, especially if not washed by us (in the restaurant,
for example)
• Avoid uncooked fresh cheeses

For more information, we will send you the complete documentation:

http://www.izsvenezie.it/documenti/comunicazione/materiale-editoriale/1-
comunicazione-scientifica/appunti-scienza/toxoplasmosi.pdf

Centro Veterinario Bolognese srl
Clinica veterinaria G. Semprini
Via Montenero 24/a 40131 Bologna
Tel.: 051 6491706   h24
News - Novità
05/2017: Dr Alpino presenta Short Com presso Congresso Internazionale SCIVAC, Rimini
03/2017: Dr Alpino presenta Short Com presso SIMUTIV, Cremona
01/2017 Incarico per le cure ai cani a.d. Guardia di Finanza
01/2017 Dr Tripaldi Resp. attività Clinica
09/2016 26th Annual Congress ECVIM, Studio
05/2016 Congresso Internazionale SCIVAC di Rimini.
V^ Seminario Nazionale S.I.C.E.V.; Prato 11-12 marzo 2016
News - Novità
01/2017 Incarico per le cure ai cani a.d. Guardia di Finanza
01/2017 Dr Tripaldi Resp. attività Clinica
09/2016 26th Annual Congress ECVIM, Studio
05/2016 Congresso Internazionale SCIVAC di Rimini.
V^ Seminario Nazionale S.I.C.E.V.; Prato 11-12 marzo 2016
News - Novità
01/2017 Incarico per le cure ai cani a.d. Guardia di Finanza
01/2017 Dr Tripaldi Resp. attività Clinica
09/2016 26th Annual Congress ECVIM, Studio
05/2016 Congresso Internazionale SCIVAC di Rimini.
V^ Seminario Nazionale S.I.C.E.V.; Prato 11-12 marzo 2016
News - Novità
01/2017 Incarico per le cure ai cani a.d. Guardia di Finanza
01/2017 Dr Tripaldi Resp. attività Clinica
09/2016 26th Annual Congress ECVIM, Studio
05/2016 Congresso Internazionale SCIVAC di Rimini.
V^ Seminario Nazionale S.I.C.E.V.; Prato 11-12 marzo 2016
News - Novità
01/2017 Incarico per le cure ai cani a.d. Guardia di Finanza
01/2017 Dr Tripaldi Resp. attività Clinica
09/2016 26th Annual Congress ECVIM, Studio
05/2016 Congresso Internazionale SCIVAC di Rimini.
V^ Seminario Nazionale S.I.C.E.V.; Prato 11-12 marzo 2016
24 ore su 24
Centro Veterinario Bolognese s.r.l.
Clinica Veterinaria Privata Dott. G. Semprini

Tel.: 051 6491706   h24
Via Montenero 24/a 40131 Bologna - Italy
Powered by G. Semprini - CVB srl
P.IVA 02550081208